Segnalibri

Una delle finalità di ArtLab 16 è quella di fornire visioni capaci di andare oltre la superficie e le retoriche, per comprendere ogni tematica nel profondo. Per questo mettiamo a disposizione una serie di documenti scaricabili utili a comprendere gli argomenti di alcune sessioni.

Approfondimenti dell'incontro Norma e Cultura: Leggi, Regolamenti, Programmazione

"Dalla fine degli anni ’70 e dalla costruzione del ruolo istituzionale delle Regioni, il panorama complessivo del Paese è profondamente mutato, stratificando successive trasformazioni le une sulle altre e modificando significativamente anche il funzionamento del mondo culturale. Tutto ciò non ha mancato di far emergere tensioni e attriti nella legislazione culturale, pensata e redatta tra la fine degli anni ’70 e i primi anni ’80, tensioni che si vanno approfondendo anche alla luce delle sempre più accelerate trasformazioni alle quali sono soggette le società contemporanee e che pongono l’esigenza di adattamento della norma alle dinamiche dei fenomeni locali e globali. A essere sollecitati fino allo sfibramento non sono solo i dispositivi specifici, le norme regolamentari dedicate alle procedure quotidiane, ma gli stessi impianti filosofici e le visioni su cui la prima generazione di leggi si basava, impianti in molti casi sopravvissuti fin a ora, nonostante adeguamenti successivi della norma".

Scarica il contributo introduttivo di Luca Dal Pozzolo, Direttore dell'Osservatorio Culturale del Piemonte

 

 

Approfondimenti dell'incontro Cosa bolle in pentola a Bruxelles?

Qui puoi scaricare il testo della proposta della commissione per l'Anno Europeo del Patrimonio Culturale in italiano di cui parlerà Erminia Sciacchitano - Policy Officer – Commissione Europea, DG Educazione e Cultura - nel corso dell'incontro.

 

Luigi Morgano - Membro Commissione per la Cultura e l'Istruzione, Parlamento Europeo - si concentrerà sulla bancabilità dei Diritti di Proprietà Intellettuale. In questa sede proponiamo il Draft report la politica industriale europea per le imprese culturali e creative: "Stando a uno studio condotto nel 2013 dalla Commissione, le ICC si scontrano con degli ostacoli nell'accesso ai finanziamenti in ragione delle loro caratteristiche specifiche, tra cui problemi nella valutazione dei rischi e nella stima della proprietà immateriale, ad esempio i diritti di proprietà intellettuale (DPI).

Di conseguenza, per migliorare l'accesso ai finanziamenti per le ICC, è necessario predisporre piani di capitale di rischio, ma anche sviluppare conoscenze tecniche per valutare il valore degli attivi immateriali che potrebbero essere usati come garanzie. Tali competenze specializzate sono necessarie sia nelle microimprese e nelle PMI sia nelle istituzioni finanziarie. La Commissione e gli Stati membri dovrebbero adottare i meccanismi necessari per incrementare la bancabilità dei DPI e il riconoscimento del loro pieno valore in quanto attivi."

Scarica il contributo

 

Approfondimenti dell'incontro La Cina è vicina: opportunità e condizioni

Vi proponiamo qui tre interventi per comprendere meglio la relazione con il mercato cinese:

Elementi distintivi del discorso sul patrimonio culturale in Cina è il contributo di Luca Zan - Professore Dip. Scienze Aziendali, Università di  Bologna - in cui vengono individuati alcuni tra i più importanti elementi di specificità del discorso sul patrimonio culturale in Cina, sia di carattere naturale che socio-politico.

Scarica il contributo

 

Industrie culturali e creative: un nuovo motore nelle relazioni Italia-Cina? è il documento di Francesca Spigarelli - Director, China Center, Università di Macerata - dove si analizza il ruolo crescente delle industrie culturali e creative nel mercato cinese quali pilastro dell’economia nazionale.

Scarica il contributo

 

Giuliano Noci - Prorettore del Polo  territoriale cinese, Politecnico di Milano - propone invece una riflessione sulla Cina che verrà. Scarica il contributo.