Verso Bergamo e Brescia Capitali Italiane della Cultura 2023

26 Set 11:30 - 13:00
Sede:
Sala Galmozzi

Modalità di partecipazione: Online e in presenza. Accesso in presenza limitato e su invito.

Lingua: In Italiano e Inglese


La sessione è un'occasione di riflessione critica sulle esperienze delle città europee ed italiane che si sono succedute dal 1985 come Capitali Europee della Cultura e dal 2015 come Capitale Italiana della Cultura. Gli interventi, affidati ad autorevoli protagonisti della selezione delle candidature, di studi di valutazione nonché di gestione di questi programmi, proporranno le principali lezioni emerse negli anni, allo scopo di contribuire al processo di progettazione delle Città e delle comunità di Bergamo e Brescia, sulla via del 2023.


Come conciliare le esigenze di marketing territoriali con il miglioramento dei servizi culturali e della qualità della vita dei residenti? Che tipo di competenze e di strutture di governance sono necessario per assicurare strategie di medio e lungo periodo capaci di massimizzare e consolidare i benefici derivanti dalla manifestazione? Come si colloca questo tipo di eventi nelle strategie di rigenerazione urbana durante dopo la pandemia?


MODERA

Cristina Loglio | esperta in Politiche Europee per la Cultura

INTRODUCE

Franco Bianchini | Associate Director, Centre for Cultural Value, UK

INTERVENTI

Stefano Baia Curioni | ex Presidente della commissione MiBACT di selezione della Capitale della Cultura 2020 e Direttore, Fondazione Palazzo Te (Mantova)

Steve Green | ex Presidente della Commissione di valutazione delle candidature delle Capitali Europee

Rossella Tarantino | Direttrice, Fondazione Matera-Basilicata 2019

CONCLUDONO

Laura Castelletti | Vicesindaco e Assessore con delega a Cultura, Creatività e Innovazione, Comune di Brescia

Nadia Ghisalberti | Assessore alla Cultura, Comune di Bergamo


X