Sentieri Selvaggi. Pratiche artistiche e sviluppo territoriale

Le pratiche artistiche cui mi riferisco agiscono mutuamente con le comunità e i territori, avanzando prospettive di cura e di interpretazione dei luoghi, delle risorse, dei patrimoni, per riaffermarli come beni comuni. Interrogare gli esiti di questo lavoro o, più precisamente, mettere in discussione il termine stesso di esito e verificare alcune caratteristiche del “fare progetto” oggi può essere il punto di partenza per riflettere sugli strumenti. Lo faremo con l’aiuto di tre ospiti: la ricercatrice sociale Daniela Luisi e gli artisti Pasquale Campanella (fondatore di Wurmkos e co-curatore con Bianco-Valente di “A cielo aperto”, Latronico, Basilicata), e Stefano Boccalini (direttore artistico di CàMon, nuovo Centro di comunità per l’arte e l’artigianato della montagna, Monno, Valle Camonica, Lombardia).

La parola esito richiama un linguaggio tecnico-amministrativo che provoca qualche resistenza. Ora il tema è posto con riferimento a pratiche artistiche contemporanee che agiscono secondo principi di interdipendenza con attori territoriali e della società civile. Una criticità risiede nell’uso di definizioni statiche per processi artistico-culturali che tendono al contrario a destrutturarle, a svilupparsi in continuum con le pratiche sociali e in taluni casi più esplicitamente con forme di cittadinanza attiva. Questa progettualità dell’arte è il sintomo di una necessità culturale, politica, ecologica, di provare a immaginare le strade di una rigenerazione sostenibile dei territori attraverso nuove narrazioni che favoriscano nuove azioni e bisogni culturali contro la dispersione, l’abbandono, la crisi, la marginalità, attingendo a risorse umane e patrimoniali in loco. Come leggerne gli esiti (estetici, socioculturali), se sono leggibili chiaramente, e da quali punti di vista? Contiamo che non c’è una singola risultanza ma esiti al plurale, che non si tratta mai di rapporti di causa-effetto e che le funzioni estetiche e politico-sociali delle pratiche si mescolano e si ricompongono fluidamente.

Per continuare a leggere iscriviti alla community.

Troverai il contributo scaricabile nella pagina dedicata al panel.

X